Ha vinto!

Camminava per strada con l’ombrello aperto, non che piovesse, ma a lui piaceva immaginarsi sotto una tempesta.
Riproduceva con la voce i suoni della pioggia e dei tuoni e ogni tanto fingeva che una tempesta di vento glielo trascinasse via. Saltava tutte le pozzanghere immaginandosele come delle grosse sfide da affrontare coraggiosamente.
Giocava di fantasia e si divertiva.
La mamma gli ha urlato tre volte di chiudere quell’ombrello perchè non pioveva, ma alla quarta lo ha raggiunto e gli ha mollato uno schiaffo sonoro, strappandoglielo di mano e chiudendoglielo con fermezza.
Il gioco era finito, il bambino doveva camminare educatamente accanto ai genitori e agli altri adulti ascoltando i loro discorsi idioti.
Ma dopo un po’ non ha potuto più e preso da un moto di rabbia, con i lacrimoni agli occhi, ha accelerato il passo e puntando l’ombrello oramai chiuso difronte ha quegli adulti ha borbottato: “ora è un fucile, vi sparo!”. I suoi occhi sono ritornati a sorridere.

Fortunatamente la fantasia di un bambino ha vinto anche oggi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...