L’allattamento

Era seduta su una panchina dei giardinetti e allattava al seno la sua piccolina tenendosi il cappotto poggiato sulle spalle che utilizzava per cercar di coprirsi più che poteva.
Sembrava un quadro del Caravaggio che ritraeva una scena così bella ed intima.
Si era poggiata sul braccio un panno bianco di lino, di quelli che si ereditano dalle nonne, di tessuto buono e delicato, proprio lì dove la sua bambina poggiava la sua piccola testa piena di capelli.
Erano sole, ma se pure ci fosse stato qualcuno non sarebbe volata una mosca, sarebbe rimasto solo accanto a loro a guardarle godendosi la tranquillità di quell’incantesimo di così tanta dolcezza.
Mentre la nutriva le aveva dato nella piccola manina il suo indice e l’ammirava quasi incredula di essere stata capace di aver generato tanta bellezza.
Ogni tanto le appoggiava le labbra sulla fronte, con delicatezza, senza infastidirla in quell’incantesimo.
Per il resto la guardava negli occhi e senza parlare le diceva ogni cosa.
Erano così belle, un gesto così naturale che solo a guardarlo potrebbe salvare il mondo.

-“Dici che staresti sempre a scrivere, ma da dove la trovi tutta questa ispirazione?”
“Ecco, non è difficile, la trovo da cose così”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...