“Crisc santa”

Quando incontro la signora Antonietta, seduta al sole sulla sedia di saggina davanti all’ingresso di casa sua, mi accovaccio sempre davanti a lei per baciarla e lei, ogni volta, stringendomi le spalle tra le sue mani rugose ricambia quel bacio dandomene sempre uno ‘azzeccoso’ sulla fronte.

Poi puntualmente mi guarda dritta negli occhi e mi dice: “creatura bella, si nu’spettacolo, crisc semp santa”

“Crisc santa” è un augurio tipico del Sud che mi è sempre piaciuto assai. Non ho mai capito cosa si intenda per ‘crescere santi’ ma già sentirselo augurare sembra salvare un po’. 

“Signora Antonietta, santa proprio non so, ma nelle cose che faccio ci metto sempre tutto quello che posso”

“E t’par niente?” – mi risponde spalancando i suoi occhi verdi e svegli.

Poi mi accarezza e mi congeda, lasciandomi al mio tran tran quotidiano.

Un quotidiano un po’ salvo anche oggi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...